Uccio Aloisi è stata la faccia sfacciata della musica popolare salentina. Non era un musicista nè un cantante in senso stretto: era uno che aveva fatto i lavori più duri e faticosi “per mangiare”, “e sempre povero sono rimasto”. Frugale e austero, ma sempre con testa alta e cuore ardente, cantava con tutta la potenza e la dignità di un vero, un puro.
I suoi stornelli contagiavano la voglia di partecipare alla festa, di condividere storie, di essere duri e innamorati allo stesso tempo, teneri ma vigorosi, nella musica come nella vita.



Source

commenti

Recent Posts

Leave a Comment